Incentivi e finanziamenti

Termine presentazione progetti: 30 settembre 2018

29/03/2018 | Pubblicato da: editore

Un’iniziativa tutta al femminile per le donne che vogliono avviare una startup o che hanno contribuito allo sviluppo di un’azienda già attiva. Con il bando di concorso “Donna e Lavoro 2018” – organizzato da Eurointerim– è possibile presentare progetti sia di startup con un’idea specifica e con un team pronto a svilupparla, ma anche di imprese con un progetto al femminile e da singole persone con un’idea.

I progetti inviati – entro il 30 settembre 2018 – saranno valutati con una verifica formale della segreteria di Eurointerim e da parte di una giuria di esperti che deciderà il vincitore tenendo presente l’innovazione, l’originalità, i tempi di realizzazione, l’impatto sociale e ambientale. Al vincitore verrà assegnato un premio di 3.000 euro, al secondo classificato 2.000 euro e al terzo 1.000. Al premio speciale con maggiore impatto sociale andranno 500 euro. La candidatura deve essere inviata completa di dati personali, di un business plan con una descrizione del progetto e degli obiettivi da raggiungere. Per maggiori informazioni consultare il sito e il bando di concorso. 

9,5 milioni per il commercio in Lombardia a supporto le micro, piccole e medie imprese (MPMI) commerciali

14/03/2018 | Pubblicato da: editore

La misura StorEvolution della Regione Lombardia mira a sostenere l'innovazione delle micro piccole e medie imprese commerciali al dettaglio in sede fissa (Ateco G47), in forma singola o aggregata, aventi sede legale e/o operativa e almeno un punto vendita in Lombardia.

La dotazione finanziaria ammonta a 9,5 milioni di euro da impiegare per l’acquisto di soluzioni e sistemi digitali da parte dei soggetti beneficiari::
 

  • Acquisto di arredi e impianti (solo nel caso di ristrutturazioni totali del punto vendita)
  • Acquisto di macchinari e attrezzature
  • Hardware e software
  • Spese per canoni e utenze
  • Consulenze
  • Servizi di formazione specificamente necessari alla realizzazione del progetto e finalizzati agli investimenti ammissibili.
     

Il valore minimo degli investimenti deve essere pari a 10.000 euro per le singole imprese.

L'agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto pari al 50% delle sole spese considerate ammissibili con un importo massimo di 20.000 euro.
Per progetti presentati in aggregazioni il contributo massimo è pari a 60.000.

Per i dettagli, consulta il sito!

Il presente avviso sostiene l'ingresso e la permanenza nel mercato del lavoro delle persone con disabilità allo scopo da un lato di ridurre i rischi di emarginazione, esclusione sociale e precariato, dall'altro di favorire una maggiore conoscenza del sistema impresa, promuovendo una più consapevole cultura dell'inclusione della persona con disabilità, mediante specifici interventi di aiuto all'occupazione rivolti ai datori di lavoro con caratteristica di impresa.
 

17/01/2018 | Pubblicato da: editore

L'avviso prevede misure che rivestono la specifica finalità di incentivazione all'assunzione e al consolidamento dei rapporti di lavoro, nonché di contributo per le spese connesse alle assunzioni e all'ospitalità nei percorsi di formazione e orientamento.

L'iniziativa è promossa da Regione Lombardia in attuazione degli obiettivi del Programma Regionale di Sviluppo della X Legislatura e del Piano d'Azione regionale 2010-2020 per le persone con disabilità, e realizzata dalla Provincia di Cremona, in attuazione della Delibera di Giunta regionale 12 dicembre 2016, n. 5964.

In allegato:

 
Per informazioni:
Servizio Inserimento Lavorativo Disabili
Piazza Antonio Stradivari 5 - 26100 Cremona
Tel. 0372 406534 - 0372 406337
Email: collocamento.disabili@provincia.cremona.it

Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia promuovono il bando "SIAVS - Start up innovative a vocazione sociale" finalizzato a sostenere la realizzazione di progetti di innovazione di servizi, processi e metodi che hanno l'obiettivo di risolvere in modo efficace i problemi delle comunità di riferimento.

11/09/2017 | Pubblicato da: editore

Il Bando ha l'obiettivo di sostenere l'innovazione sociale, le start up innovative a vocazione sociale gli e aspiranti imprenditori che si impegnano a costituire una start up innovativa a vocazione sociale

Candidature 
Domande a partire dalle ore 14:30 del 4 settembre fino alle ore 12:00 del 29 settembre 2017 esclusivamente tramite la piattaforma Servizi on line.

Per tutti i dettagli visita la pagina web dedicata

 

Il bando Be my Store Cremona nasce su iniziativa del gruppo Coop Lombardia e del Comune di Cremona con l’obiettivo di promuovere la rigenerazione e la riqualificazione urbana in aree che, soprattutto negli ultimi anni, hanno visto impoverirsi il proprio tessuto economico e sociale.
 
Il bando intende selezionare un massimo 10 imprese che operano nel settore merceologico del commercio al dettaglio, della produzione, dei servizi e della manifattura, per favorirne il nuovo insediamento nel centro storico.
Scadenza: 30 settembre 2017
27/07/2017 | Pubblicato da: editore

Opportunità per nuovi esercizi commerciali

Scadenza: 30 settembre 2017

 
Il bando Be my Store Cremona nasce su iniziativa del gruppo Coop Lombardia e del Comune di Cremona con l’obiettivo di promuovere la rigenerazione e la riqualificazione urbana in aree che, soprattutto negli ultimi anni, hanno visto impoverirsi il proprio tessuto economico e sociale.
 
Il bando intende selezionare un massimo 10 imprese che operano nel settore merceologico del commercio al dettaglio, della produzione, dei servizi e della manifattura, per favorirne il nuovo insediamento nel centro storico.
 
Le attività dovranno porre particolare attenzione almeno ad uno dei seguenti temi:
1 - artigianato locale
2 - promozione delle tradizioni e del territorio
3 - qualità delle materie prime, prodotti e servizi offerti
4 - connessione con altre imprese locali
5 - interazione con la comunità di cittadini
6 - sostenibilità ambientale
7 - impatto sociale
8 - promozione del turismo
 
IL BANDO METTE A DISPOSIZIONE UN CONTRIBUTO COMPLESSIVO EQUIVALENTE A €. 240.000,
DA RIPARTIRE TRA I SOGGETTI SELEZIONATI E DESTINATO IN PARTE A FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO, IN PARTE AD ATTIVITÀ DI TUTORAGGIO E MENTORING
 
IN PARTICOLARE, IL SUPPORTO FORNITO ALLE IMPRESE SELEZIONATE COMPRENDE:
  • un contributo iniziale a fondo perduto, da erogare in una o più soluzioni;
  • l'eventuale intermediazione per la concessione di un immobile commerciale nel centro di Cremona a canone calmierato;
  • una formazione specialistica (6 moduli, 48 ore totali) su temi attinenti la gestione e la promozione dell'impresa: Strumenti e software gestionali; Finanza d'impresa; Web Marketing; E‐Commerce; Rapporti con l'estero; Branding e Allestimenti;
  • l'assistenza legale e amministrativa per la gestione efficace delle varie procedure d'avvio attraverso l'identificazione di un mentore dedicato (assistenza rivolta solo ai 5 progetti start up);
  • un tutoraggio e monitoraggio dei risultati dell'attività per i primi due anni.
 
A chi si rivolge
 
Possono partecipare al bando:
  • STARTUP
  • IMPRESE
I settori di attività dovranno essere:
  • produzione artigianale e manifatturiera
  • commercio e rivendita al dettaglio
  • servizi e industria della conoscenza
Non potranno accedere al Bando:
  • gli enti pubblici;
  • le istituzioni private ma qualificabili come organismi di diritto pubblico;
  • gli enti ecclesiastici/religiosi;
  • gli enti nel cui statuto non compaia come finalità principale la produzione e/o il commercio e/o la rivendita di prodotti e/o la produzione di servizi
  • attività riguardanti le lotterie, le scommesse e le case da gioco. Gestione apparecchi che consentono le vincite in denaro, funzionanti a monete o gettoni.
Criteri di valutazione
Saranno selezionati fino a 10 progetti imprenditoriali, tra cui: 5 start up, 5 imprese già consolidate
 
PER TUTTI I DETTAGLI, PER SCARICARE IL BANDO E PER INVIARE LA PROPRIA CANDIDATURA
 
Il bando Be my Store Cremona nasce su iniziativa del gruppo Coop Lombardia e del Comune di Cremona con l’obiettivo di promuovere la rigenerazione e la riqualificazione urbana in aree che, soprattutto negli ultimi anni, hanno visto impoverirsi il proprio tessuto economico e sociale.
 
Il bando intende selezionare un massimo 10 imprese che operano nel settore merceologico del commercio al dettaglio, della produzione, dei servizi e della manifattura, per favorirne il nuovo insediamento nel centro storico.
Scadenza: 30 settembre 2017
27/07/2017 | Pubblicato da: editore

Opportunità per nuovi esercizi commerciali

Scadenza: 30 settembre 2017

 
Il bando Be my Store Cremona nasce su iniziativa del gruppo Coop Lombardia e del Comune di Cremona con l’obiettivo di promuovere la rigenerazione e la riqualificazione urbana in aree che, soprattutto negli ultimi anni, hanno visto impoverirsi il proprio tessuto economico e sociale.
 
Il bando intende selezionare un massimo 10 imprese che operano nel settore merceologico del commercio al dettaglio, della produzione, dei servizi e della manifattura, per favorirne il nuovo insediamento nel centro storico.
 
Le attività dovranno porre particolare attenzione almeno ad uno dei seguenti temi:
1 - artigianato locale
2 - promozione delle tradizioni e del territorio
3 - qualità delle materie prime, prodotti e servizi offerti
4 - connessione con altre imprese locali
5 - interazione con la comunità di cittadini
6 - sostenibilità ambientale
7 - impatto sociale
8 - promozione del turismo
 
IL BANDO METTE A DISPOSIZIONE UN CONTRIBUTO COMPLESSIVO EQUIVALENTE A €. 240.000,
DA RIPARTIRE TRA I SOGGETTI SELEZIONATI E DESTINATO IN PARTE A FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO, IN PARTE AD ATTIVITÀ DI TUTORAGGIO E MENTORING
 
IN PARTICOLARE, IL SUPPORTO FORNITO ALLE IMPRESE SELEZIONATE COMPRENDE:
  • un contributo iniziale a fondo perduto, da erogare in una o più soluzioni;
  • l'eventuale intermediazione per la concessione di un immobile commerciale nel centro di Cremona a canone calmierato;
  • una formazione specialistica (6 moduli, 48 ore totali) su temi attinenti la gestione e la promozione dell'impresa: Strumenti e software gestionali; Finanza d'impresa; Web Marketing; E‐Commerce; Rapporti con l'estero; Branding e Allestimenti;
  • l'assistenza legale e amministrativa per la gestione efficace delle varie procedure d'avvio attraverso l'identificazione di un mentore dedicato (assistenza rivolta solo ai 5 progetti start up);
  • un tutoraggio e monitoraggio dei risultati dell'attività per i primi due anni.
 
A chi si rivolge
 
Possono partecipare al bando:
  • STARTUP
  • IMPRESE
I settori di attività dovranno essere:
  • produzione artigianale e manifatturiera
  • commercio e rivendita al dettaglio
  • servizi e industria della conoscenza
Non potranno accedere al Bando:
  • gli enti pubblici;
  • le istituzioni private ma qualificabili come organismi di diritto pubblico;
  • gli enti ecclesiastici/religiosi;
  • gli enti nel cui statuto non compaia come finalità principale la produzione e/o il commercio e/o la rivendita di prodotti e/o la produzione di servizi
  • attività riguardanti le lotterie, le scommesse e le case da gioco. Gestione apparecchi che consentono le vincite in denaro, funzionanti a monete o gettoni.
Criteri di valutazione
Saranno selezionati fino a 10 progetti imprenditoriali, tra cui: 5 start up, 5 imprese già consolidate
 
PER TUTTI I DETTAGLI, PER SCARICARE IL BANDO E PER INVIARE LA PROPRIA CANDIDATURA
 

Camera di Commercio di Lodi e Regione Lombardia intendono sostenere la partecipazione delle imprese artigiane agli eventi ''Fuori expo 2015'' realizzati nel periodo compreso tra il 1 maggio e il 31 ottobre 2015

16/06/2015 | Pubblicato da: editore

Vengono identificati come eventi ''Fuori EXPO2015'' quelli organizzati da soggetti pubblici o privati che abbiano ottenuto il riconoscimento o il patrocinio da parte di soggetti come ad esempio: Expo S.p.A., Ministero dell’Ambiente con delega ad EXPO 2015, Regione Lombardia, Comuni, CCIAA Lombarde.

Le risorse complessivamente stanziate per l’iniziativa ammontano a 300.000,00 Euro.

 

Tipologia di contributo

Voucher (valutativi a sportello) di euro 1500,00 a rimborso di una spesa complessiva minima effettuata pari a 1900,00 euro riferito ad un solo evento. Ogni impresa potrà ottenere al massimo un voucher.

 

Per tutti i dettagli visita il sito della CCIAA di Lodi

 

La Regione Lombardia promuove due bandi per realizzare una piattaforma e per creare una community tra gli attori del sistema imprenditoriale e della ricerca

28/05/2015 | Pubblicato da: editore
Open Innovation Lombardia ha lo scopo di proporre un nuovo modello di policy per l’innovazione regionale all’interno per “Rafforzare la capacità di governance per migliorare la competitività del sistema lombardo della conoscenza. Intensificare, semplificare e innovare le relazioni tra gli attori del sistema” basato su un nuovo approccio funzionale all'innovazione aziendale che sfrutta le potenzialità della rete per permettere alle imprese di innovare velocemente con un approccio collaborativo.
 
Per rendere concreta tale iniziativa, la Regione promuove due bandi:
 

1) Bando per l’accesso a piattaforme di Open Innovation
Sostiene le micro, piccole e medie imprese singole del settore manifatturiero e delle costruzioni e dei servizi alle imprese, per l’accesso a piattaforme di Open Innovation, che comprende costi di consulenze e servizi accessori, nonché servizi avanzati per una migliore fruizione della piattaforma.
La dotazione finanziaria della misura ammonta a 500.000,00 euro; copre il 50% dei costi ammissibili, fino ad un massimo di 20.000 euro. La procedura è a sportello. Le domande possono essere presentate fino al 1 giugno 2015.

2) Bando per la creazione e lo sviluppo di communities all’interno della piattaforma di Open Innovation
L’iniziativa si rivolge a organismi di ricerca e a micro, piccole e medie imprese operanti nel settore manifatturiero e delle costruzioni e dei servizi alle imprese. Finanzia attività progettuali dirette a promuovere la creazione di comunità virtuali di interesse sulla piattaforma regionale di Open Innovation.
La dotazione finanziaria complessiva della misura di agevolazione ammonta a 1.000.000 euro; copre il 50% dei costi ammissibili, fino ad un massimo di 12.500 euro. 
La procedura è a sportello. Domande fino al 30 giugno 2015.

 

Per maggiori dettagli consulta la pagina dedicata sul sito di Regione Lombardia.

 

Un bando di Regione Lombardia supporta la realizzazione di check-up e piani di rilancio aziendali per migliorare la capacità competitiva delle Pmi lombarde.

22/04/2015 | Pubblicato da: editore

Il bando supporta la realizzazione da parte delle PMI lombarde di check-up aziendali e business planning (piani di rilancio aziendale), realizzati da professionisti e società qualificati, quali strumenti per migliorare la propria capacità competitiva.

 

FINALITA' ED AMBITI D'INTERVENTO

Il presente bando, in attuazione dell'Azione E "Piani di rilancio aziendale" della Linea di intervento 1.1.2.1. del Programma Operativo Regionale (POR) FESR 2007-2013, si pone l'obiettivo di incentivare le PMI nella redazione di piani di rilancio aziendale in grado di evitare la conoscenza tardiva di eventuali stati di difficoltà.

Il piano consiste nell'analisi della situazione aziendale economica, reddituale e finanziaria in essere, nella definizione delle aree critiche e di miglioramento e nella progettazione di un percorso di rilancio della competitività, attraverso documentata e riscontrabile discontinuità nella gestione d'impresa.

 

DOTAZIONE FINANZIARIA

La dotazione finanziaria del Bando è pari a euro 1.500.000,00

 

SOGGETTI AMMISSIBILI

Sono ammesse alle agevolazioni previste dal presente bando le imprese definibili PMI ai sensi del Reg. 651/2014 e che abbiano un numero minimo di 1O addetti. Inoltre, le imprese dovranno avere almeno una sede operativa in Lombardia alla data di presentazione del Piano di Rilancio Aziendale.

 

PIANI DI RILANCIO E ATTIVITÀ AMMISSIBILI

l piani di rilancio aziendali, hanno lo scopo di individuare e progettare le strategie da adottare per mantenere e sviluppare un'adeguata capacità competitiva in risposta alle opportunità e criticità che la situazione aziendale ed il mercato in cui essa opera presentano.

La redazione dei piani dovrà essere effettuata esclusivamente dai fornitori di servizi individuati da Regione Lombardia e inseriti nell'apposito elenco regionale istituito in attuazione della manifestazione d'interesse di cui al decreto n.7262/2013.

 

FORMA E INTENSITÀ DELL'AGEVOLAZIONE

L'agevolazione è concessa nella forma di contributo diretto con un'intensità pari al 50% delle spese ammissibili e con un massimale di euro 30.000.

Le agevolazioni verranno concesse fino all'esaurimento delle risorse.

 

TERMINI E PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande di agevolazione devono essere presentate esclusivamente per mezzo del Sistema Informativo Integrato della Programmazione Comunitaria 2007-2013 "Finanziamenti On-Line" (Sistema GEFO) all'indirizzo web: http://gefo.servizirl.it/fesr

Nell'apposita sezione del Sistema GEFO verrà resa disponibile la modulistica necessaria per la partecipazione al Bando.

Le informazioni di dettaglio utili per la registrazione e la profilazione delle imprese richiedenti sono presenti all'indirizzo internet: http://gefo.servizirl.it/contesti/default/doc/help.htm

Le domande potranno essere presentate dalle ore 9.30 del 1 dicembre 2014 fino all'esaurimento delle risorse e comunque non oltre le ore 12.00 del giorno 30 aprile 2015.

 

INFORMAZIONI E CONTATTI

Per informazioni è possibile scrivere alla seguente casella di posta:
PRA_2014_FESR_2007-2013@regione.lombardia.it.

 Per le richieste di assistenza tecnica alla compilazione on-line e per i quesiti di ordine tecnico sulle procedure informatizzate è possibile contattare il Cali Center di Lombardia Informatica al numero verde 800.131.151, operativo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 ed il sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00.

 

Vedi la pagina dedicata sul sito di Regione Lombardia per la modulistica e tutti gli approfondimenti.

 

"Oscar Green" è il premio promosso da Coldiretti Giovani Impresa per valorizzare e dare spazio all’innovazione in agricoltura. I giovani di Coldiretti premiano l’innovazione che sa mantenere le proprie radici,con lo sguardo rivolto al futuro. Le iscrizioni online sono aperte fino al 5 aprile 2015

13/03/2015 | Pubblicato da: editore

I percorsi imprenditoriali ammessi al concorso devono rispecchiarsi in una delle seguenti categorie:

Impresa 2.Terra
Il successo imprenditoriale è il risultato del connubio tra creatività, originalità e grande abilità progettuale, con occhio di riguardo all’innovazione e alle nuove tecnologie. Agridea 2.0 premierà le giovani aziende agroalimentari che hanno creato una cultura d’impresa esemplare, riuscendo a incanalare tutti questi elementi per lo sviluppo e la crescita dell’agricoltura italiana, coniugando tradizione e innovazione.
 
Campagna Amica
La valorizzazione dei prodotti Made in Italy è il fulcro della categoria Campagna Amica. Saranno premiate le imprese in maniera innovativa raggiungono direttamente il consumatore finale rispondendo alle esigenze di:
  • sicurezza alimentare
  • qualità dei prodotti
  • tutela ambientale
dando lustro ai prodotti tipici italiani su scala locale, nazionale e mondiale. Saranno presi in considerazione le ripercussioni positive sullo sviluppo e la promozione del territorio, così come la trasparenza per agevolare scelte di consumo consapevoli.
 
Paese Amico
E' rivolto a premiare tutte quelle istituzioni pubbliche, da comuni e province ad asl e scuole, che hanno dato il loro contributo per l’attuazione dei progetti promossi da Coldiretti.
 
We Green
E' quella categoria dedicata alle aziende che pongono particolare attenzione alla tutela dell’ambiente e all’agricoltura sociale ponendosi come interpreti di un modello di sviluppo attento alla sostenibilità e a servizio dell’intera società. Il ruolo dell’imprenditore diventa fondamentale per lo sviluppo della comunità e del territorio: nascono imprese più umane, dove l’agricoltura diventa un mezzo fondamentale per il benessere generale. Rientrano in questa categoria le fattorie sociali, ovvero, quelle imprese che hanno come scopo finale il miglioramento della qualità della vita e dello sviluppo locale, attraverso nuove forme di welfare rivolte alla sostenibilità ambientale e all’integrazione tra agricoltura, artigianato e servizi. We Green sono anche tutte quelle imprese che lavorano e producono in modo ecosostenibile riducendo al minimo la produzione di rifiuti, riparmiando energia e risparmiando i materiali attarverso processi innovativi a tutela dell’ambiente.
 
Fare Rete
Prende in considerazione i modelli di imprese, cooperative, consorzi agrari, società agricole e non, capaci di creare reti sinergiche in grado di massimizzare i vantaggi delle aziende agroalimentari e del consumatore finale. Nel caso di società non agricole, è necessario dimostrare il legame di rete con aziende agricole, con cui collaborano per lo sviluppo di progetti innovativi che coniugano agricoltura e tecnologica, così come artigianato tradizionale e mondo digitale, arrivando fino agli ambiti del turismo, del design e di ricerca accademica.
 

Requisiti:

Possono partecipare al concorso gli imprenditori agricoli e agroalimentari, singoli o associati che hanno compiuto massimo 40 anni:

  • operanti sul territorio nazionale,
  • che, all’interno del proprio percorso imprenditoriale, abbiano sviluppato un’idea innovativa
  • per la categoria “Fare rete” le iscrizioni sono aperte a società non agricole che dimostrano un legame lavorativo con aziende agricole.

Tutte le imprese che parteciperanno al concorso riceveranno un attestato di partecipazione. Le 15 imprese che parteciperanno alla fase finale del concorso: entreranno nel DVD “Oscar Green 2015”, avranno spazi di promozione sui media nazionali, le loro storie e i loro video saranno pubblicati sul sito Oscar Green per tutto il 2015. Le 5 imprese vincitrici delle singole categorie riceveranno l’”Oscar Green”.

 

Come partecipare:

Le iscrizioni online sono aperte fino al 5 aprile 2015.

Leggi il regolamento.