Fare impresa

Termine presentazione progetti: 30 settembre 2018

29/03/2018 | Pubblicato da: editore

Un’iniziativa tutta al femminile per le donne che vogliono avviare una startup o che hanno contribuito allo sviluppo di un’azienda già attiva. Con il bando di concorso “Donna e Lavoro 2018” – organizzato da Eurointerim– è possibile presentare progetti sia di startup con un’idea specifica e con un team pronto a svilupparla, ma anche di imprese con un progetto al femminile e da singole persone con un’idea.

I progetti inviati – entro il 30 settembre 2018 – saranno valutati con una verifica formale della segreteria di Eurointerim e da parte di una giuria di esperti che deciderà il vincitore tenendo presente l’innovazione, l’originalità, i tempi di realizzazione, l’impatto sociale e ambientale. Al vincitore verrà assegnato un premio di 3.000 euro, al secondo classificato 2.000 euro e al terzo 1.000. Al premio speciale con maggiore impatto sociale andranno 500 euro. La candidatura deve essere inviata completa di dati personali, di un business plan con una descrizione del progetto e degli obiettivi da raggiungere. Per maggiori informazioni consultare il sito e il bando di concorso. 

Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia promuovono il bando "SIAVS - Start up innovative a vocazione sociale" finalizzato a sostenere la realizzazione di progetti di innovazione di servizi, processi e metodi che hanno l'obiettivo di risolvere in modo efficace i problemi delle comunità di riferimento.

11/09/2017 | Pubblicato da: editore

Il Bando ha l'obiettivo di sostenere l'innovazione sociale, le start up innovative a vocazione sociale gli e aspiranti imprenditori che si impegnano a costituire una start up innovativa a vocazione sociale

Candidature 
Domande a partire dalle ore 14:30 del 4 settembre fino alle ore 12:00 del 29 settembre 2017 esclusivamente tramite la piattaforma Servizi on line.

Per tutti i dettagli visita la pagina web dedicata

 

Il bando Be my Store Cremona nasce su iniziativa del gruppo Coop Lombardia e del Comune di Cremona con l’obiettivo di promuovere la rigenerazione e la riqualificazione urbana in aree che, soprattutto negli ultimi anni, hanno visto impoverirsi il proprio tessuto economico e sociale.
 
Il bando intende selezionare un massimo 10 imprese che operano nel settore merceologico del commercio al dettaglio, della produzione, dei servizi e della manifattura, per favorirne il nuovo insediamento nel centro storico.
Scadenza: 30 settembre 2017
27/07/2017 | Pubblicato da: editore

Opportunità per nuovi esercizi commerciali

Scadenza: 30 settembre 2017

 
Il bando Be my Store Cremona nasce su iniziativa del gruppo Coop Lombardia e del Comune di Cremona con l’obiettivo di promuovere la rigenerazione e la riqualificazione urbana in aree che, soprattutto negli ultimi anni, hanno visto impoverirsi il proprio tessuto economico e sociale.
 
Il bando intende selezionare un massimo 10 imprese che operano nel settore merceologico del commercio al dettaglio, della produzione, dei servizi e della manifattura, per favorirne il nuovo insediamento nel centro storico.
 
Le attività dovranno porre particolare attenzione almeno ad uno dei seguenti temi:
1 - artigianato locale
2 - promozione delle tradizioni e del territorio
3 - qualità delle materie prime, prodotti e servizi offerti
4 - connessione con altre imprese locali
5 - interazione con la comunità di cittadini
6 - sostenibilità ambientale
7 - impatto sociale
8 - promozione del turismo
 
IL BANDO METTE A DISPOSIZIONE UN CONTRIBUTO COMPLESSIVO EQUIVALENTE A €. 240.000,
DA RIPARTIRE TRA I SOGGETTI SELEZIONATI E DESTINATO IN PARTE A FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO, IN PARTE AD ATTIVITÀ DI TUTORAGGIO E MENTORING
 
IN PARTICOLARE, IL SUPPORTO FORNITO ALLE IMPRESE SELEZIONATE COMPRENDE:
  • un contributo iniziale a fondo perduto, da erogare in una o più soluzioni;
  • l'eventuale intermediazione per la concessione di un immobile commerciale nel centro di Cremona a canone calmierato;
  • una formazione specialistica (6 moduli, 48 ore totali) su temi attinenti la gestione e la promozione dell'impresa: Strumenti e software gestionali; Finanza d'impresa; Web Marketing; E‐Commerce; Rapporti con l'estero; Branding e Allestimenti;
  • l'assistenza legale e amministrativa per la gestione efficace delle varie procedure d'avvio attraverso l'identificazione di un mentore dedicato (assistenza rivolta solo ai 5 progetti start up);
  • un tutoraggio e monitoraggio dei risultati dell'attività per i primi due anni.
 
A chi si rivolge
 
Possono partecipare al bando:
  • STARTUP
  • IMPRESE
I settori di attività dovranno essere:
  • produzione artigianale e manifatturiera
  • commercio e rivendita al dettaglio
  • servizi e industria della conoscenza
Non potranno accedere al Bando:
  • gli enti pubblici;
  • le istituzioni private ma qualificabili come organismi di diritto pubblico;
  • gli enti ecclesiastici/religiosi;
  • gli enti nel cui statuto non compaia come finalità principale la produzione e/o il commercio e/o la rivendita di prodotti e/o la produzione di servizi
  • attività riguardanti le lotterie, le scommesse e le case da gioco. Gestione apparecchi che consentono le vincite in denaro, funzionanti a monete o gettoni.
Criteri di valutazione
Saranno selezionati fino a 10 progetti imprenditoriali, tra cui: 5 start up, 5 imprese già consolidate
 
PER TUTTI I DETTAGLI, PER SCARICARE IL BANDO E PER INVIARE LA PROPRIA CANDIDATURA
 
Il bando Be my Store Cremona nasce su iniziativa del gruppo Coop Lombardia e del Comune di Cremona con l’obiettivo di promuovere la rigenerazione e la riqualificazione urbana in aree che, soprattutto negli ultimi anni, hanno visto impoverirsi il proprio tessuto economico e sociale.
 
Il bando intende selezionare un massimo 10 imprese che operano nel settore merceologico del commercio al dettaglio, della produzione, dei servizi e della manifattura, per favorirne il nuovo insediamento nel centro storico.
Scadenza: 30 settembre 2017
27/07/2017 | Pubblicato da: editore

Opportunità per nuovi esercizi commerciali

Scadenza: 30 settembre 2017

 
Il bando Be my Store Cremona nasce su iniziativa del gruppo Coop Lombardia e del Comune di Cremona con l’obiettivo di promuovere la rigenerazione e la riqualificazione urbana in aree che, soprattutto negli ultimi anni, hanno visto impoverirsi il proprio tessuto economico e sociale.
 
Il bando intende selezionare un massimo 10 imprese che operano nel settore merceologico del commercio al dettaglio, della produzione, dei servizi e della manifattura, per favorirne il nuovo insediamento nel centro storico.
 
Le attività dovranno porre particolare attenzione almeno ad uno dei seguenti temi:
1 - artigianato locale
2 - promozione delle tradizioni e del territorio
3 - qualità delle materie prime, prodotti e servizi offerti
4 - connessione con altre imprese locali
5 - interazione con la comunità di cittadini
6 - sostenibilità ambientale
7 - impatto sociale
8 - promozione del turismo
 
IL BANDO METTE A DISPOSIZIONE UN CONTRIBUTO COMPLESSIVO EQUIVALENTE A €. 240.000,
DA RIPARTIRE TRA I SOGGETTI SELEZIONATI E DESTINATO IN PARTE A FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO, IN PARTE AD ATTIVITÀ DI TUTORAGGIO E MENTORING
 
IN PARTICOLARE, IL SUPPORTO FORNITO ALLE IMPRESE SELEZIONATE COMPRENDE:
  • un contributo iniziale a fondo perduto, da erogare in una o più soluzioni;
  • l'eventuale intermediazione per la concessione di un immobile commerciale nel centro di Cremona a canone calmierato;
  • una formazione specialistica (6 moduli, 48 ore totali) su temi attinenti la gestione e la promozione dell'impresa: Strumenti e software gestionali; Finanza d'impresa; Web Marketing; E‐Commerce; Rapporti con l'estero; Branding e Allestimenti;
  • l'assistenza legale e amministrativa per la gestione efficace delle varie procedure d'avvio attraverso l'identificazione di un mentore dedicato (assistenza rivolta solo ai 5 progetti start up);
  • un tutoraggio e monitoraggio dei risultati dell'attività per i primi due anni.
 
A chi si rivolge
 
Possono partecipare al bando:
  • STARTUP
  • IMPRESE
I settori di attività dovranno essere:
  • produzione artigianale e manifatturiera
  • commercio e rivendita al dettaglio
  • servizi e industria della conoscenza
Non potranno accedere al Bando:
  • gli enti pubblici;
  • le istituzioni private ma qualificabili come organismi di diritto pubblico;
  • gli enti ecclesiastici/religiosi;
  • gli enti nel cui statuto non compaia come finalità principale la produzione e/o il commercio e/o la rivendita di prodotti e/o la produzione di servizi
  • attività riguardanti le lotterie, le scommesse e le case da gioco. Gestione apparecchi che consentono le vincite in denaro, funzionanti a monete o gettoni.
Criteri di valutazione
Saranno selezionati fino a 10 progetti imprenditoriali, tra cui: 5 start up, 5 imprese già consolidate
 
PER TUTTI I DETTAGLI, PER SCARICARE IL BANDO E PER INVIARE LA PROPRIA CANDIDATURA
 
25/01/2016 | Pubblicato da: editore

Presentata la quinta edizione del bando Think Town, iniziativa delll’Assessorato alle Politiche Educative, Piano Locale Giovani, Istruzione e Sport del Comune di Cremona, che ha lo scopo di promuovere e sostenere la capacità progettuale e creativa dei giovani attraverso l'erogazione di contributi per la realizzazione di iniziative innovative.Think Town si rivolge a gruppi informali di giovani del territorio cremonese e ad associazioni di giovani con sede operativa nel territorio cremonese. Think Town si colloca all'interno del progetto “Talenti Diffusi”, iniziativa realizzata nell’ambito del Piano Territoriale per le Politiche Giovanili

Novità di quest’anno è l’ampliamento del bando Think Town a tutti i comuni che hanno aderito al progetto “Talenti Diffusi”. Potranno così partecipare al bando i giovani dei comuni di Acquanegra Cremonese, Annicco, Azzanello, Bonemerse, Bordolano, Cappella Cantone, Cappella de’ Picenardi, Casalbuttano ed Uniti, Casalmorano, Castelverde, Castelvisconti, Cella Dati, Cicognolo, Corte de’ Cortesi con Cignone, Corte de’ Frati, Cremona, Crotta d’Adda, Derovere, Formigara, Gabbioneta Binanuova, Gadesco Pieve Delmona, Grontardo, Grumello Cremonese ed Uniti, Isola Dovarese, Malagnino, Olmeneta, Ostiano, Paderno Ponchielli, Persico Dosimo, Pescarolo ed Uniti, Pessina Cremonese, Pieve San Giacomo, Pizzighettone, Pozzaglio ed Uniti, Robecco d’Oglio, San Bassano, Scandolara Ripa d’Oglio, Sesto ed Uniti, Soresina, Sospiro, Spinadesco, Vescovato, Volongo.

La quinta edizione del bando Think Town propone: 3 progetti a tema libero presentati da gruppi informali di giovani del territorio cremonese saranno premiati con un incentivo 1.000,00 euro ciascuno; 5 progetti presentati da associazioni di giovani con sede operativa nel territorio cremonese saranno premiati con un incentivo a  3.100,00  eurociascuno e dovranno riguardare volontariato, utilità sociale e impegno civile e la promozione del territorio. Alle associazioni che partecipano a questa sezione si richiede un cofinanziamento minimo pari ad 300,00 euro.

Saranno inoltre valutati positivamente la capacità di integrare nelle progettazioni proposte elementi innovativi legati alla tecnologia (in particolare alle nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione) e legati ai linguaggi artistici, creativi ed espressivi; la capacità del progetto di sperimentare processi e modalità operative

Le domande di candidatura vanno consegnate entro e non oltre le ore 12.00 di lunedì 22 febbraio 2016 all’Ufficio Protocollo – piazza del Comune n 8, secondo le modalità riportate nel bando che si può scaricare dal sito del Comune di Cremona oppure da quello dell’Informagiovani.  I progetti presentati saranno valutati da una commissione tecnica.  Le attività di progetto dovranno essere concluse entro il 15 settembre 2016.

Gli operatori del Servizio Informagiovani e del Piano Locale Giovani del Comune di Cremona e quelli del Cisvol - Centro di Servizio per il Volontariato di Cremona sono a disposizione per fornire supporto ed un accompagnamento alla compilazione della domanda di candidatura per facilitare la fase di avvio progettuale con una particolare attenzione ai gruppi non ancora costituiti. Sono previsti alcuni incontri di approfondimento nel mese di febbraio. Le date, gli orari e le sedi saranno comunicate attraverso i siti dei rispettivi partner.

SCOPRI TUTTI I DETTAGLI

INFO

Comune di Cremona - Servizio Informagiovani

via Palestro 11/a - Cremona

Tel. 0372.407911 - 950

Dal lunedi al venerdi dalle 10.00 alle 13.00

Il mercoledi e il martedi pomeriggio dalle 16.00 alle 18.00

informagiovani@comune.cremona.it

 

Comune di Cremona - Piano Locale Giovani

Teatro Monteverdi – via Dante 149 – Cremona

Tel. 0372.407785 – 7781

Dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 13.00

ufficiogiovani@comune.cremona.it

 

Cisvol - Centro di Servizio per il Volontariato

via S. Bernardo 2 - Cremona

Tel. 0372.26585

martedi dalle 8.30 alle 17.00

mercoledi e giovedi dalle 14.00 alle 18.00

venerdi dalle 9.00 alle 13.00

cremona@cisvol.it

STARTUPPER è un progetto promosso da Unioncamere Lombardia e  Camera di Commercio di Cremona

18/12/2015 10:00 - 18/12/2015 12:00 | Pubblicato da: editore

STATUPPER è un progetto promosso da Unioncamere Lombardia e  Camera di Commercio di Cremona.  Ha l’obiettivo di promuovere sul territorio lombardo la diffusione di cultura imprenditoriale attraverso servizi per la creazione, lo sviluppo e la sostenibilità di nuove imprese giovanili, femminili, sociali, innovative o di immigrati.

 

La Camera di Commercio di Cremona organizza un inconto pubblico per presentare il progetto e le modalità di accesso ai servizi.

 
Per informazioni e adesioni:

Servimpresa - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Cremona

Punto Nuova Impresa -Tel. 0372 490276 - 290

pni@cr.camcom.it

 

Allegato: 

scheda iscrizione presentazioni pubbliche.pdf

Scopo di questa iniziativa, lanciata per la prima volta nel 2012 nel quadro del Programma sociale dell’EIBI, è fare emergere idee innovative, individuare e dare riconoscimento a quelle opportunità che possono comportare benefici considerevoli per la società o che dimostrano l’uso di best practices con risultati tangibili e misurabili.

18/02/2015 | Pubblicato da: Mestieri Lombardia

Il Torneo intende creare valore sociale riguardo alla lotta contro l’esclusione sociale valorizzando progetti innovativi, che fanno appello a nuove tecnologie, nuovi sistemi e processi, che toccano una vasta gamma di settori, dall’istruzione alla sanità, dall’ambiente naturale a quello urbano.

Possono partecipare al Torneo organismi con o senza scopo di lucro, in particolare giovani imprenditori e imprese sociali, uffici per la responsabilità sociale di impresa di imprese di qualsiasi dimensione, ONG, enti governativi o amministrazioni locali, comunità accademiche, nonché team di scuole superiori.
I candidati (singoli soggetti o team) devono essere stabiliti (o residenti) nei Paesi dell’UE, nei Paesi candidati o potenziali candidati e nei Paesi EFTA.

Le candidature possono riguardare progetti innovativi da attuarsi entro un ragionevole lasso di tempo e aventi benefici sostanziali per la società, oppure progetti che abbiano già implementato soluzioni innovative con risultati tangibili in termini di impatto sociale e che potrebbero costituire best practices e modelli replicabili.

Il Torneo assegnerà tre Premi: due per la Categoria Generale e uno per la Categoria Speciale. I progetti vincitori per la Categoria Generale verranno premiati rispettivamente con 25.000 euro (1° classificato) e  10.000 euro (2° classificato); 25.000 euro saranno assegnati anche al progetto vincitore per la Categoria Speciale.
Il Premio per la Categoria speciale, introdotto a partire dal  2013, intende attribuire ogni anno particolare  rilevanza ad un settore specifico. Nel 2015 si vuole assegnarlo a progetti che trattano il tema delle pari opportunità, soprattutto quelli che si interessano alle persone con disabilità.

La procedura di selezione si svolge in 2 fasi: dalle candidature presentate vengono inizialmente selezionati massimo 15 progetti, di cui almeno 4 ritenuti idonei a concorrere anche per il premio Categoria Speciale. I 15 finalisti saranno annunciati il  15 maggio 2015 ed invitati ad un mentoring boot camp di 2 giorni (1-2 luglio 2015, a Madrid) dove riceveranno orientamenti necessari per la messa a punto del progetto in vista della selezione finale. I tre vincitori del Torneo verranno nominati nel corso di un Evento finale che si terrà a Milano il 24 settembre 2015.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, nella Circolare n.3677/C del 20 gennaio 2015, fornisce le indicazioni per la registrazione delle startup innovative a vocazione sociale sull’apposita sezione del Registro delle Imprese

26/01/2015 | Pubblicato da: editore

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con la pubblicazione della Circolare del 20 gennaio 2015 n. 3677/C, prevede una particolare procedura semplificata di riconoscimento per le startup innovative a vocazione sociale (SIAVS).

Per il riconoscimento dello status di SIAVS è prevista una procedura più flessibile che consiste principalmente in un’autocertificazione con cui l’impresa:

  • dichiara di operare in via esclusiva in uno o più dei settori elencati
  • indica tale/i settore/i
  • dichiara di perseguire, operando in tale/i settori, una finalità d’interesse generale
  • si impegna a dare evidenza dell’impatto sociale così prodotto in un “Documento di descrizione di impatto sociale”.

Per iscriversi o aggiornare il proprio stato, collegarsi al registro imprese, dove è anche disponibile una guida.

Secondo dei due incontri per offrire una consulenza tecnica gratuita ai giovani interessati ad avviare una microimpresa o un lavoro autonomo

27/01/2015 13:00 - 27/01/2015 17:00 | Pubblicato da: editore

Micro² Milano - sportello di accompagnamento per aspiranti imprenditori della rete "Microcredito Milano", con il patrocinio del Comune di Milano, organizza presso l’Informagiovani due incontri per offrire una consulenza tecnica gratuita ai giovani interessati ad avviare una microimpresa o un lavoro autonomo ed orientando nell’accesso alle fonti di microcredito e di finanziamento disponibili sul territorio.

Il servizio è gratuito, occorre però prenotarsi ad una delle due date scrivendo una email a SBQV.informagiovani@comune.milano.it oppure contattando il numero 02/88468390/1.

Due incontri per offrire una consulenza tecnica gratuita ai giovani interessati ad avviare una microimpresa o un lavoro autonomo

20/01/2015 13:00 - 20/01/2015 17:00 | Pubblicato da: editore

Micro² Milano - sportello di accompagnamento per aspiranti imprenditori della rete "Microcredito Milano", con il patrocinio del Comune di Milano, organizza presso l’Informagiovani due incontri per offrire una consulenza tecnica gratuita ai giovani interessati ad avviare una microimpresa o un lavoro autonomo ed orientando nell’accesso alle fonti di microcredito e di finanziamento disponibili sul territorio.

Il servizio è gratuito, occorre però prenotarsi ad una delle due date scrivendo una email a SBQV.informagiovani@comune.milano.it oppure contattando il numero 02/88468390/1.